Archivio mensile Maggio 2019

AvatarDiSilvia La Rosa

L’incredibile avventura di Andreas e dei suoi cani: dalla Danimarca all’Italia correndo

Incontrare Andreas Riis in una tranquillo café di Copenaghen e riuscire a trattenerlo su una sedia per qualche ora sembra già un’impresa, conoscendo ciò di cui è capace.

Andreas già dalle prime battute sembra uno di quei personaggi che raramente si ha la possibilità di incontrare: un personaggio che in genere si trova in libri o film d’avventura, sempre nel ruolo di protagonista.

Cresciuto in Italia da genitori danesi, vive per un po’ a Biella, città dove il padre si era trasferito negli anni 70 e dove lavorava come dirigente di una società tessile. Sin da piccolo, Andreas sviluppa un carattere indipendente e curioso, tanto da iniziare delle prime esperienze formative in Danimarca sin da giovanissimo. Ed è proprio durante i suoi viaggi che Andreas riesce a compiere imprese uniche.

Nonostante il suo background da stimato chef, Andreas decide di fare il possibile, e talvolta anche ciò che a prima vista sembrerebbe impossibile, per onorare la sua più grande passione: viaggiare. Cosi, in un momento determinante della sua vita, si rende conto di quanto sia fondamentale eliminare il superfluo per l’essenziale. Decide cosi che non è più il momento di dimostrare agli altri, ma di provare solo a se stesso chi è e cosa è in grado di superare. Si rende conto che ritagliarsi il giusto spazio dal proprio lavoro sia l’unico modo per permettersi grandi margini di tempo e per viaggiare cosi come vuole. Sottolinea come al giorno d’oggi il tempo sia qualcosa vissuto come costrizione, mentre avere la libertà di dedicarsi del tempo sia un lusso, ed è per questo che prova a vivere al massimo il tempo libero, quello più importante, che davvero merita di essere onorato e vissuto a pieno. Niente orologi, niente limitazioni.

E così, senza troppi programmi e senza pensarci troppo, il 30 gennaio decide che è tempo di iniziare una nuova avventura: correre dalla Danimarca sino in Italia, più precisamente da Roskilde a Biella, in compagnia dei suoi due meravigliosi Alaskan malamute, Apu e Ganga.

Andreas racconta di come sia legatissimo ai suoi cani e di come anche la più bella delle avventure non sarebbe stata completa senza la presenza di Apu e Ganga, e ammette che siano stati proprio loro ad ispirarlo in molte delle sue avventure, che in effetti porta sempre al seguito, alla ricerca della libertà.

E allora senza troppi giri di parole decide di chiedere l’aiuto dei social, pubblicando un appello su Facebook dove esordisce cosi: “Ciao a tutti, sto per fare una nuova follia: ho deciso di correre dalla Danimarca fino in Italia per una distanza totale di circa 1450 km, in 30 giorni, insieme ai miei cani“. Il suo appello non passa inosservato, sortendo gli effetti sperati: inizia a ricevere un grandissimo aiuto da parte di gente che, appassionata dalla vicenda, decide di seguirlo a distanza e contribuire concretamente, chi inviando dei soldi, chi offrendo ospitalità e cibo. Andreas sottolinea più volte come senza ognuna di queste persone non ce l’avrebbe fatta, non avrebbe potuto intraprendere questa splendida avventura e portarla a termine.

Un’avventura che costituisce solo una delle tante sfide incredibili vissute da Andreas, sempre pronto con un nuovo con sogno nel cassetto da realizzare. Andreas racconta anche del lato più personale di questi viaggi solitari, di quanto non manchino le difficoltà e i rischi e di quanto si possa imparare di se stessi mettendosi alla prova, spingendo oltre i propri limiti, perché “più è difficile e più si impara” dice sorridendo, perché davvero tutto è possibile, e detto da lui è difficile non crederci. E poi felice ammette: “Ero esattamente dove dovevo essere”. Ed allora, che sia la sfida e il traguardo per ognuno di noi, trovare quel posticino nel mondo dove sentire in cuor proprio di essere esattamente dove si voleva essere.

 

 

AvatarDiDante Alighieri Copenaghen

Premio Dante Alighieri Copenaghen 2019 – ” Leonardo da Vinci ” …ecco i vincitori!

Il 25 aprile: la premiazione del vincitore del Premio Dante Alighieri Copenaghen 2019 “Leonardo Da Vinci”.

I concorrenti hanno partecipato con un opera letteraria, artistica, ingegneristica o archittettonica ispirata al “genio” di Leonardo. (in fondo all´ articolo le foto delle opere e della premazione).

La giuria – composta dal oittore danese  Allan Stabell. il Prof. Erling Strudsholm, la giornalista danese Birgit Brunsted, il Dott. Nicola De Negri (Metro Service), l´architetto italiano Livia Costantino – ha valutato tutti i progetti in forma anonima e conosciuto i cinque finalisti solo il giorno della premiazione.

Tra i cinque finalisti sono stati scelti solo tre vincitori.
La premiazione si è svolta il 25 aprile presso l´IIC con consegna del primo premio da parte dell´Ambasciatore Italiano Luigi Farina.

Il primo premio, un viaggio studio in Italia presso una delle prestigiose scuole Dante Alighieri, è stato assegnato al lavoro pittorico di Lianne Sommer Andersen.
Lianne è grafico e appassionata di lingua e cultura italiana.

Lianne Sommer Andersen – Primo Premio Dante Alighieri Copenaghen 2019 :  “Premio Leonardo da Vinci”

Il secondo premio, un corso di lingua italiana individuale e personalizzato per 4 settimane, in Danimarca, è stato assegnato a Lise Tange che ha presentato come progetto una scultura in marmo ispirata all´arte di Da Vinci.
Il terzo premio, La vigna vecchia (1,5 litri) dell´azienda Cossetti, è stato assegnato a Lars Østergaard per il suo progetto archittettonico.

La presidente della Dante Alighieri di Copenaghen, Pinuccia Panzeri ha introdotto Leonardo da Vinci, illustrando sapientemente seppur in breve tempo tutti gli aspetti della genialitá di Leonardo: pittore, sculturore, ma anche ricercatore, botanico, scenziato…
Dopo la premiazione non sono mancati i festeggiamenti con un ricco buffet e un bicchiere di ottimo vino italiano.

I vini sono stati offerti dallo sponsor bdfood-wine.dk

 Il Concorso é atato organizzato da Società Dante Alighieri København in collaborazione con Den Italienske Ambassade, Det Italienske Kulturinstitut, Det Italienske Handelskammer, Ordrup Bibliotek og FOF Gentofte.

 Sponsor: Metro Service, BD Food- Wine
I membri della Dante Alighieri di Copenaghen possono acquistare il vino con sconti speciali al seguente link:
bdfood-wine.dk (ricordate di scrivere il vostro codice socio).

Ma il nostro Festival della Primavera italiana non é ancora finito.

Il prossimo appuntamento é sulla Architettura italiana. “Prospettive, volte e rivolte: l´architettura nello stivale”. L´architetto italiano Livia Costantino ci parlerá dell´Italia dal punto di vista della architettura. Vi aspettiamo il 9 maggio alle 19:00 presso la Biblioteca di Ordrup. Ingresso gratis ma ricordate di prenotare.

Maria é anche quest´anno, il Direttore Artistico del Festival “La Primavera Italiana”  – seconda edizione.
Det Italienske Forår Festival é organizzato in collaborazione con la Ordrup Bibliotek, dal primo marts al  31 maggio 2019.
Programma del Festival ” La Primavera Italiana” 2019: 
https://www.dante-alighieri-cph.dk/tutti-gli-eventi-del-festival/
Non sei ancora membro della Dante Alighieri di Copenaghen? 
Sei il benvenuto!
Puoi visitare il nostro sito al seguente indirizzo e leggere tutte le indicazioni per diventare membro: