Paolo Cognetti :”Le otto montagne”

di Lucia Rota
13 visite

Paolo Cognetti da 8 anni vive in una baita a 2000 m. sopra Brusson  in Val d’Aosta

Qui vi ha ambientato questo potentissimo romanzo che ha vinto il premio Strega, un libro sulle montagne e sull’amicizia.

La montagna non è solo neve e dirupi, creste, torrenti, laghi, pascoli. La montagna è un modo di vivere la vita…..Il protagonista è Pietro, un ragazzino di città solitario e un po’ scontroso. I genitori di Pietro sono uniti da una passione comune: la montagna dove si sono conosciuti, innamorati, si sono  sposati “ ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo davanti alla chiesetta che c’è lì”.

Pietro trascorre tutte le estati a Grana (paese immaginario) ai piedi del Monte Rosa, quel luogo chiuso a monte da creste grigio ferro e a valle da una rupe che ne ostacola l’accesso ma attraversato da un torrente che lo incanta dal primo momento. Ad aspettarlo c’è Bruno, il suo grande amico….

Recentemente ha presentato il suo libro all’IIC di Oslo. Chissá se avremo il piacere di averlo  a Copenaghen.

 

Puoi leggere questo post anche in: Danese

You may also like

Lascia un Commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più

Privacy & Cookies Policy